Un evento improvviso scardina l’ordine faticosamente raggiunto negli anni o creatosi spontaneamente insieme al nucleo familiare. Il senso di genitore, compagno/a, figlio/a incompetente prende il sopravvento e non si fa altro che chiedersi “cosa sto sbagliando? Cosa ho sbagliato?”, oppure “perché tutti sbagliano così tanto nei miei confronti?”, cercando di trovare una colpa in qualcosa o qualcuno.
Riorganizzarsi di fronte a un cambiamento o ad una difficoltà non è un compito semplice: richiede strategie complesse che, non sempre, sono di facile attuazione, ma hanno bisogno di essere acquisite e sperimentate.